ROSANNA ROMANO

Direttore generale per le Politiche culturali e Turismo Regione Campania

Come Regione Campania siamo particolarmente soddisfatti per essere riusciti a fare sistema con tante istituzioni nell’ottica della valorizzazione del territorio attraverso la cultura. La Regione non solo finanzia ma accompagna i territori attraverso il sostegno a progetti che diventano anche occasione di occupazione e produttività sul territorio.

L’itinerario  creatôr vesevo mette in rete  i siti UNESCO dal centro storico di  Napoli a Pompei, con Ercolano e Torre Annunziata rappresenta  un itinerario continuativo nel tempo che attraverso eventi dedicati come quello di “Piano City ” vuole trasferire la  conoscenza del nostro patrimonio culturale ,  l’evento nell’evento,  musica e patrimonio che diventano il modello da replicare per offrire un itinerario unico nel suo genere ai turisti ai cittadini agli studenti in un momento così difficile dove la cultura può rappresentare  oltre ad occasione di sviluppo e occupazione  soprattutto laboratorio di  convivenza civile nel rispetto delle regole anticovid su cui tutti siamo siamo chiamati ad un impegno e collaborazione ancora maggiore.

ELEONORA DE MAJO

Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli

L’Estate a Napoli non si ferma. Dal 7 al 13 settembre Napoli sarà inondata dalla musica pianistica di Piano City 2020. Oltre 150 eventi in 32 location per sette giorni, per celebrare la famosa manifestazione nata a Berlino nel 2010 che, causa Covid, non si è svolta nella primavera scorsa. Grazie alla intensa collaborazione istituzionale, anche questa sfida è vinta scongiurando il pericolo di dover rinunciare a quello che ormai è un appuntamento stabile, atteso e molto amato da cittadini e turisti.

Nel rispetto della normativa Covid-19: obbligo di prenotazione, distanziamento delle sedute, misurazione della temperatura, registrazione dei partecipanti, sanificazione dei luoghi, nulla è lasciato al caso dimostrando che è possibile, con le giuste precauzioni, continuare a realizzare gli eventi culturali. Così, grazie alla musica, tornano a popolarsi i luoghi, quelli all’aperto tanto quelli monumentali, e la cultura diventa occasione di socialità vissuta in sicurezza.

Come da tradizione del format tante anche le dimore private che ospiteranno i concerti, anche se in questo caso si è reso necessario lo streaming.

Fin dal principio di questa emergenza sanitaria abbiamo creduto che fosse necessario non fermare la cultura, nutrimento delle anime e delle menti ancor di più in tempi bui come questi che stiamo vivendo, e abbiamo lavorato alacremente a trovare le nuove forme possibili.

Per Piano City 2020 questo miracolo è stato possibile grazie alla collaborazione organizzativa con la storica ditta Alberto Napolitano Pianoforti di Piazza Carità e al finanziamento regionale nell’ambito del progetto ”Creator Vesevo: in cammino tra le gemme UNESCO da Napoli a Pompei.

MARCO NAPOLITANO Presidente Associazione Napolipiano

CRISTIANO BERNARDI Coordinatore artistico Napolipiano

Aver recuperato PIANO CITY NAPOLI 2020, annullato a marzo, poco prima del lock down, è stato un’impresa titanica per lo sforzo organizzativo e di prevenzione per l’epidemia, ma di grande soddisfazione dato che Piano City rimane un evento atteso ogni anno da tanti napoletani e soprattutto ascoltare il PIANOFORTE dal vivo “in sicurezza” aiuta molto le persone in un momento così difficile

FRANCESCO D’ERRICO

Direttore artistico sezione Jazz Piano City Napoli

PianoCityNapoli 2020, un’edizione asciutta a causa del Covid-19 ma non per questo meno interessante, attenta al talento e alle novità. Musica Jazz di qualità affidata ad artisti coerenti e innovativi. Musicisti di consolidata fama e giovani promesse. Il duo inedito Rita Marcotulli-Elisabetta Serio, e poi Andrea Pozza, Fausto Ferraiuolo, Stefania Tallini, Ettore Carucci, pianisti dallo stile solido che vanno sempre più affermandosi. E tra i più giovani il duo Lucio D’Amato-Francesco Lombardi, Marco Fiorenzano, Lello Petrarca, Ivano Leva, Antonio Castaldo, Gianpaolo Vitelli, Mariano Bellopede. Creatività, qualità e tradizione.

Dario Candela

Direttore Artistico sezione classica Piano City Napoli

Malgrado l’emergenza Piano City Napoli porta in città una ventata di arte nella sezione classica con musicisti di altissimo livello tra cui, per l’inaugurazione, la pianista Anna Kravtchenko che, come molti altri, dedicherà parte del suo intervento a Beethoven, nell’anno che doveva segnare le sue celebrazioni e che, finalmente, gli porge il dovuto tributo. Non mancheranno interventi per il secondo anniversario atteso in città, ovvero il 250esimo del viaggio a Napoli di Mozart, ugualmente protagonista nei programmi del Festival.

 

Napoli, 7 settembre 2020