RIPROGRAMMATO PIANO CITY NAPOLI 2020

Napoli al pianoforte dal 7-13 settembre

Sette giorni di concerti, 145 eventi, 32 location. Sono questi i numeri della settima edizione di PIANO CITY NAPOLI 2020 annullata a marzo causa Covid-19 e riprogrammata dal 7 al 13 settembre con il titolo Napoli al pianoforte.

Sette giorni di eventi anziché quattro per la manifestazione nata da un’idea del pianista tedesco Andreas Kern, che organizzò a Berlino nell’ottobre 2010 la prima edizione poi diventata un format replicato in molte città: nel capoluogo partenopeo è approdata nel 2013 grazie alla storica Ditta Alberto Napolitano Pianoforti di Piazza Carità.

Piano City Napoli 2020 è finanziato e promosso dalla Regione Campania con il supporto della Scabec Spa nell’ambito del progetto “Creator Vesevo: in cammino tra le gemme UNESCO da Napoli a Pompei”, organizzato dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, dall’Associazione NapoliPiano e dalla Ditta Alberto Napolitano Pianoforti di piazza Carità.  La direzione artistica è curata dal maestro Dario Candela, per quanto riguarda la classica e dal maestro Francesco D’Errico per il jazz.

Chiaramente per questioni legate alle regole del distanziamento del Covid-19 sarà obbligatoria la prenotazione che dovrà essere effettuata attraverso il sito www.pianocitynapoli.it fino ad esaurimento posti ad eccezione di quelli diversamente indicati e fino alle 09.00 del giorno precedente all’evento, mentre ai concerti sarà possibile accedere da 50 minuti prima dell’orario di inizio fino a 20 minuti prima. Obbligatoria la mascherina da indossare anche durante i concerti sia all’aperto che al chiuso seguendo le normative vigenti.

I concerti sono raggruppati in 5 diverse sezioni. I Main Concert sono gli eventi di maggior rilievo che prevedono la presenza di artisti di fama nazionale e internazionale; i City Concert sono eventi e concerti diffusi nei principali luoghi pubblici della città, musei, chiese, chiostri, Centro direzionale, Villa Comunale, giardini e palazzi storici; gli House Concert, invece, a causa delle normative anti Covid-19 in questa edizione si svolgeranno solamente online e potranno essere seguiti sulla pagina FB di Piano City Napoli; Guest Concert sono eventi particolari promossi da organizzazioni esterne come hotel, locali commerciali e altro. Educational sono presentazioni di pianoforti speciali della Steinway & Sons.

IL PROGRAMMA

Veniamo al programma. Il Piano Center di Piano City Napoli 2020 sarà il Maschio Angioino dove il 7 settembre alle 21 la rassegna aprirà con la pianista Anna Kravtchenko. Nella stessa giornata sono previsti al Museo Hermann Nitsch Concerto jazz all’alba con Lorenzo Campese; al Museo Civico Gaetano Filangieri alle 16 il concerto di classica di Sofia Sguazzo; nella Sala del Capitolo del Complesso di San Domenico Maggiore si alterneranno in 4 giorni concerti di musica classica per pianoforte a 4 mani. Lunedi in particolare due concerti dedicati a Mozart: alle 17 per la sezione classica il duo Annagrazia Di Meo e Tonia Galassi e alle 19 “Mozart tra note ed epistole di un viaggio a Napoli”, al pianoforte Maria Grazia Ritrovato, voce recitante Martin Rua. Al Castel dell’Ovo nella Sala Italia alle 17 per la sezione jazz ci sarà Francesco Marziani, mentre alle 19 da Bruno Bavola si ascolteranno musiche originali.

Nell’Antico refettorio del complesso Monastico di Santa Maria in Gerusalemme iniziativa in collaborazione con l’Associazione L’Atrio delle Trentatrè onlus a cura di Antonello Cannavale, si ascolterà musica classica per tutta la settimana del festival, si comincia alle 17 con Jole Barbarini e alle 19 Francesca Testa. Alle 17 alla Domus Ars per la jazz/pop ci sarà Alfredo Giordano Orsini. Nell’Associazione A’Mbasciata all’interno di Palazzo Venezia alle 18,30 musiche originali con Cristiano Imbò e a Casa Tolentino, immersi nel verde di un antico giardino il jazz di Fausto Ferraiuolo.

Martedì 8 settembre al Maschio Angioino, jazz alle 17 e alle 19 con Ivano Leva prima e Lello Petrarca poi. Alle 21,30 appuntamento con la classica con Pasquale Iannone. Al Museo Civico Gaetano Filangieri alle ore 16 musiche originali con Linda Vanacore e al Museo di Capodimonte un omaggio alla Scuola Pianistica Napoletana e al maestro Beniamino Cesi (organizzato in collaborazione con l’Associazione MusiCapodimonte) che vedrà protagonista Vincenza Patrizia Iannone. Mentre nella Sala del Capitolo del Complesso di San Domenico Maggiore alle 19 si potranno ascoltare “The Ninels: Valentina Branco e Antonio Roccia” per il pop/rock. A Castel dell’Ovo (Sala Italia) alle 17 musiche originali con Francesco Lettieri e alle 19 “Il pianoforte nella canzone classica napoletana”, appuntamento jazz con Nestor Piacenti. Ancora nel refettorio del Complesso monastico Santa Maria in Gerusalemme (sempre in collaborazione con l’Associazione “L’atrio delle trentatrè onlus”) a cura di Antonello Cannavale si potranno ascoltare alle 17 Leandro Nicolella e alle 19 Francesca Genny di Costanzo. Mentre alla Domus Ars – Centro di Cultura alle 17 ci sarà Martina Petruccio.

Quattro appuntamenti di jazz a chiusura di giornata con Eunice Petito alle 18 e Guido Foi alle 19 all’Associazione A’Mbasciata a Palazzo Venezia; Giancarlo ed Elettra Bobbio alle 19 al Decumani Hotel De Charme nello splendido salone dell’antico Palazzo Riario Sforza; Luis Di Gennaro a Casa Tolentino alle 19 con un concerto di musica leggera e pop; ed infine Ettore Carucci (ore 20,) al Museo Cappella Sansevero.

Mercoledì 9 settembre al Maschio Angioino alle 17 concerto jazz di Antonio Castaldo, alle 19 “Tra Apollineo e Dionisiaco” con 

Simone Sala, alle 21 “Omaggio a Beethoven”, improvvisazioni sull’Arietta della Sonata 111 a cura del maestro Patrizio Marrone in occasione del 250esimo anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven. Pianisti: Carmine Dente, Aniello Mallardo, Patrizio Marrone, Domenico Napolitano, Massimo Russo.

Alle 16 al Museo Civico Gaetano Filangieri si esibirà Gianluca Pagano. Alla Sala del Capitolo del Complesso di San Domenico Maggiore alle 17 appuntamento con la classica a 4 mani, con Rosanna Di Giuseppe e Tania Malatesta e alle 19 con Marco Palumbo e Natalino Palena. 

A Castel dell’Ovo alle 19 ci sarà Marco Pasini. Mentre nel Complesso monastico di Santa Maria in Gerusalemme alle 17 si esibirà Anna Fiore e alle 19 Giuseppe Cerullo. All’Associazione A’Mbasciata alle 18 toccherà a Giuseppe Perretta e alle 20 a Manuel Zito. Mentre al Decumani Hotel de Charme alle 18 suonerà Valentina Ambrosanio “Fryderyk Chopin – Notturni”. A Casa Tolentino alle 19 concerto di Andrea Goretti e infine all’Anfiteatro del Centro Direzionale, ore 20, “Jazz tra i grattacieli” con Mariano Bellopede.

Giovedì 10 settembre sono tre gli appuntamenti al Maschio Angioino: alle 17, concerto di classica, protagonisti Dora Dorti e Fausto Trucillo, alle 19 ancora classica con Genny Basso, titolo del concerto “MUSICoffthecity”, alle 21 jazz con Andrea Pozza.

Alla Certosa e Museo di San Martino alle 11 saranno di scena Carlo Mormile (classica) e Biagio Russo (jazz). Al Museo Filangieri concerto jazz con Mario Donato Pilla. Alla Sala del Capitolo di San Domenico Maggiore invece due appuntamenti di classica: alle 17 con Umberto Garberini e Susanna Shizuka Salvemini e alle 19 con Giovanni Rea e Lucia Piscitelli in “Mercadante il Traghettatore”.

Classica anche nel refettorio del Complesso Monastico di Santa Maria in Gerusalemme: alle 17 con Alessandro Romagnoli. Jazz alle 17 a Domus Ars con Guido Lanzotti e a Villa di Donato (ingresso con prenotazione tramite prenotazioni@key-lab.net) alle 18 con Giulia Olivieri (classica) e alle 20 con Dario De Feudis (jazz).

Alla Basilica di San Paolo Maggiore in questa edizione vedranno alternarsi concerti a due pianoforti: alle 18 “Ludovico è il mio nome-Omaggio a Beethoven” Quarteight Enza De Stefano, Geminiano Mancusi, Giuseppe Giulio Di Lorenzo, Domenico Iadevaia. Voce recitante Luciano Varnadi Ceriello. Alle 20 Duo pianistico Monti&Bianco.

Poi all’Associazione A’Mbasciata alle 18 Gennaro Truglio e a alle 20 Luca Di Tommaso. Mentre nella Casa delle arti e dei mestieri nel Palazzo del Pio Monte della Misericordia, in collaborazione con l’Associazione “A ruota libera”, alle 18 si esibirà, per la sezione musiche originali, Chiara Troiano. Nell’Albergo Relais Della Porta si esibiranno Cinzia Labarile e Christian Greco.

Al Decumani Hotel Charme alle 19 sarà la volta di Antonio Davì. Ancora a Villa Doria D’Angri alle 19 suonerà Carlo Berton, il concerto è stato organizzato in occasione del Centenario dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope e per l’occasione sarà possibile visitare anche una mostra di Christian Flamm curata dalla Galleria Fonti.

Venerdì 11 settembre al Maschio Angioino si esibiranno alle 18 e alle 20 Giovanni Auletta e Giuseppe Devastato. Alle 12 alla Sala della Loggia ci sarà Sofia Neri, mentre nell’Antisala dei Baroni alle 13 suonerà Francesco Corrado. La giornata prosegue con un appuntament alla Chiesa di San Marcellino e Festo organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Il titolo è: PianoCity-UniNa a cura di Gianluca Pagano e Valerio Rosiello con la partecipazione della comunità pianistica federiciana. A suonare i pianisti: Giuseppe Galiano, Mario Merola, Pierluigi Coppola, Gianluca Blasio e Lisa Redorici. Alla Basilica di San Paolo Maggiore alle 16 toccherà a Lisa Molinaro e Lina Tufano, alle 18 a Francesco Lombardi e Lucio D’Amato, alle 20 a Simona Coco e Maria Teresa Pizzulli. Alla Certosa e Museo di San Martino alle 11 suoneranno Lucio Cuomo e Fiorenza Bucciarelli e alle 18 Gian Paolo Vitelli. Mentre al Museo Filangieri toccherà alle 11 a Sofia Scotti e alle 16 a Pasquale Ruggiero. All’Associazione A’Mbasciata tre gli appuntamenti in calendario per questa giornata: alle 12 Luigi Nastri, alle 18 Luca Mazzillo, alle 20 Davide Cecora.

Al Complesso monastico Santa Maria di Gerusalemme alle 17 “Piano Recital Acqua” – Federico Bricchetto e alle 19 Ines Filipe. A Villa Di Donato (ingresso con prenotazione tramite prenotazioni@key-lab.net) per ascoltare alle 18 Roberta Menditto e alle 20 Alberto Caloi. Alle 20.30 nella Chiesa di Santa Caterina da Siena un concerto in collaborazione con la Fondazione Pietà dè Turchini: “Il fortepiano di Beethoven” con Marco Crosetto.

Alle 18 sarà possibile seguire Luis Di Gennaro nella Casa delle arti e dei mestieri al Palazzo del Pio Monte della Misericordia, mentre alle 19 a Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel ci sarà Christian Carlino DeLord e alla sede della Società Umanitaria Humaniter alle 19 Riccardo Napolitano.

Gli ultimi tre appuntamenti della giornata sono previsti al Lanificio 25 alle 20,30 e alle 22 con Marco Caruso in cui il concerto sarà affiancato da una proiezione, da Foqus – Fondazione Quartieri Spagnoli alle 21 con Julian Oliver Mazzariello a cura di Cesare Settimo dell’Associazione SINTH Jazzin’zone e alla Sala Santa Cecilia-Hotel Toledo Andrea Rea.

Sabato 12 settembre al Maschio AngioinoAntisala dei Baroni alle 16 è in programma per la sezione jazz “MADemoiselles Sarabande” concerto a quattro mani con Carlotta Forasassi ed Elettra Capecchi, alle 19 plays Pink floyd con Elpidia Giardina e alle 21 “Mozart rivoluzionario” che vedrà impegnato al pianoforte Dario Candela; all’Antisala dei Baroni alle 12 ci sarà Claudio Curti Gialdino. Alle 13 un grande evento: SPIRIO in Jazz. L’eccezionale pianoforte autosuonante SPIRIO della Steinway & Sons permetterà di ascoltare il jazz di grandi artisti come Monk, Ellington, Gershjwin, Evans, Tatum, Crawford, Rosenthall. Con l’intervento di Giovanni Doria della Steinway Italia.

La giornata di eventi prosegue al refettorio di Santa Maria in Gerusalemme con Giacomo Anglani alle 11, Emanuela Di Gennaro alle 17, Maria Teresa Acerbi alle 19.

E inoltre alla Certosa e Museo di San Martino alle 11 si esibirà Piero Di Egidio e alle 12,30 Giuseppe Fusaro e Clarissa De Rosa Arcuri. Alla Scuola di danza Crown Ballet alle 11 si potrà ascoltare Gabriele D’Alonzo, alle 17 per la sezione classica Niccolò Bicchieri e Carolina Calabresi e, alle 19, Maria e Francesca Musti.  Al Museo Filangieri alle 11 suonerà Ugo Ruocco, alle 16 Tania Cardillo. Mentre nella Basilica di San Paolo Maggiore alle 12 concerti per pianoforte e orchestra della Masterclass di Alexander Hintchev. Pianisti: Maria Sensale, Walter Siano, Lorena Gaccione, Antonio Sensale, Carla Orbinati, Sara Germanotta, Estelle Reed – Knight, Lisa Molinaro, Antonio Gomena. E alle 18 Quarteight-2 pianoforti e 8 mani con Enza De Stefano, Geminiano Mancusi, Giuseppe Giulio Di Lorenzo, Domenico Iadevaia. Alle 21,30 chiudono Rita Marcotulli ed Elisabetta Serio in “Bianco e nero” jazz per 2 pianoforti. Proseguono i concerti all’Associazione A’Mbasciata di Palazzo Venezia alle 12 Jazz con Alfredo Rizzi, e alle 16, alle 18 e alle 20 e musiche originali con Americo Marinelli, Jacopo Croci, Gerardo Del Monte.

A Palazzo San Giacomo (Scalone Nobile) alle 12 in occasione del 250esimo anniversario del viaggio di Mozart a Napoli è previsto “Alla Turca” con Dario Candela, Domenico Napolitano, Antonio Roccia, Patrizio Marrone, Maria Grazia Ritrovato, Francesco Marziani, Andreas Kern

Si continua all’Institut Français Napoli –Palazzo Grenoble alle 18,30 con il jazz di Marco Fiorenzano; mentre a Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel alle 19 si esibirà Giuseppina Torre. Infine gli ultimi due appuntamenti della giornata a Foqus – Fondazione Quartieri Spagnoli alle 17 con Oderigi Lusi in “Quia Abellae Facta Est”; si prosegue alle 19 con Fiamma Velo; e alle 21 Luca Amitrano. Alla Sala Santa Cecilia dell’Hotel Toledo alle 22 “Memento” che vedrà impegnato Alessandro Pennino-Grand Piano Jazz. Ospiti Federico Luongo e Giovanni Nardiello.

Ultimo giorno di programma, domenica 13 settembre. Si comincia sempre al Maschio Angioino alle 17,30 con Filippo Balducci per la sezione classica; si prosegue alle 19,00 con “Napoli incontra New York” con Luca Alemagna e alle 21,30 si chiude con Andreas Kern vs Paul Cibis con il tradizionale PIANO BATTLE R-Evolution.

Nella Sala della Loggia alle 12 si potrà ascoltare Remo Vinciguerra e alle 13 SPIRIO per Beethoven ci permetterà di ascoltare le Sonate di Beethoven interpretate da grandi pianisti odierni e del passato, con l’intervento di Giovanni Doria della Steinway Italia.

Mentre alla Cassa Armonica della Villa comunale alle 17 è previsto “Sudamerica” con Domenico Balducci e alle 19 si ascolterà Pasquale Tufano. Alle 11 al Museo Filangieri si potrà ascoltare Emanuela Ferrari e alle 16 Licia Missori. Nel refettorio del complesso monastico Santa Maria in Gerusalemme, sempre in collaborazione con l’Associazione “L’atrio delle trentatrè onlus” si esibiranno alle 11 Miki Lubrano Lavadera, alle 17 Chiara Silvestre e Angelo Gala e alle 19 Elisabetta Furio.

Si torna poi a Palazzo Caracciolo per ascoltare alle 11 Benedetta Iardella e alle 19 Gabriella Cioffi. E all’Associazione A’Mbasciata di Palazzo Venezia alle 12 Roberto Bizziccheri, alle 16 Massimo Malavasi, alle 18 Andrea Tonoli e alle 20 Giovanni Renzo.

Appuntamento alle 19 anche a Questa casa non è un albergo-Rainbow Center Napoli – bene confiscato alla mafia, in collaborazione con l’Associazione I-Ken a cura di Carlo Cremona con Marco Palumbo e Natalino Palena.

Si ritorna anche a Foqus-Fondazione Quartieri Spagnoli per ascoltare alle 17 Vincenzo Crimaco, alle 19 Romeo Zucchi e alle 21 Stefania Tallini (concerto prodotto da Foqus). Infine alla Sala Santa Cecilia-Hotel Toledo alle 21 “Portami a vedere il mare” con Luigi Esposito-Grand Piano jazz, ospite Emiliano Barrella.

Informazioni dettagliate su www.pianocitynapoli.it

  

PIANOCITY 2020 è sostenuto e promosso dalla Regione Campania con il supporto della Scabec Spa, nell’ambito del progetto “Creator Vesevo – in cammino tra le gemme Unesco da Napoli a Pompei”, l’itinerario culturale per la valorizzazione dei siti Unesco Centro Storico di Napoli e Aree archeologiche di Pompei ed Ercolano e Torre Annunziata”.
Il progetto è finanziato con fondi POC (Programma Operativo Complementare) Regione Campania 2014-2020.

Per le richieste di accredito stampa – disponibili in numero ridotto per le necessità di distanziamento richieste dall’emergenza Covid-19 – dovranno pervenire entro le ore 09.00 del giorno precedente all’evento cui si intende partecipare ai seguenti indirizzi: paoladeciuceis@gmail.com  e raffaella.tramontano@gmail.com specificando nome, testata e recapito telefonico.

Si segnala che l’accesso sarà consentito esclusivamente con obbligo di mascherina da indossare anche durante i concerti sia all’aperto che al chiuso seguendo le normative vigenti.

                                                                                                     Napoli 7 settembre 2020

Per l’ufficio stampa

Paola De Ciuceis
Mob +39 3482602421/ paoladeciuceis@gmail.com

Raffaella Tramontano
Mob +39 3928860966 / raffaella.tramontano@gmail.com