MAIN CONCERT
"PIANO SONG" - LA CANZONE ITALIANA ELABORATA AL PIANOFORTE

Domenica 11 ottobre ore 17.00
Contemporanea
Gallerie d'Italia - Palazzo Zevallos Stigliano
Via Toledo, 185

Una delle novità di  Piano City Napoli 2015 consiste nello spazio dedicato alla canzone italiana. I compositori e i pianisti partecipanti a questa iniziativa si cimenteranno al pianoforte con le canzoni italiane più  celebri, che saranno così proposte sotto forma di notturno, preludio, romanza senza parole, tema con variazioni, contaminate da ritmi contemporanei appartenenti anche ad altre tradizioni, ma anche presentate  nella loro forma più accademica.   Attraverso l’elaborazione del grande patrimonio popolare italiano, si proietterà un ponte tra la tradizione e la contemporaneità,  si esplorerà lo spazio di confine dove nasce la sperimentazione, dove i codici popolari e quelli contemporanei si guardano, si confrontano, si contaminano, creano nuove sonorità. Nel rapporto dialettico tra conservazione e innovazione, tra passato, presente e futuro, ognuno tesserà con i propri fili la sua tela musicale generando una nuova visione della musica popolare, un nuovo modo di sentire, oggi, la nostra immensa tradizione.
A cura di Patrizio Marrone

Patrizio Marrone:   i giardini di marzo
Mario Catalano:  il nostro concerto
Giancarlo Sanduzzi:  la canzone dell’amore perduto- pf. Umberto Garberini
Girolamo De Simone: magica festa-la folla triste- il trionfo di Zazà-pf. Enza De Stefano
Enrico Mormile:  stella nera
Aniello Mallardo:  azzurro
Monica Scibelli:  vent’anni- pf. Gaetano Rizzo
Giacomo Vitale:  napul’è
Eugenio Fels:  non andare via
Carlo Mormile:  PINO (sotto o sole- il mare- gente distratta- qualcosa arriverà)
Dario Candela:  fenesta ca lucive
Lorenzo Fiscella:  mille giorni di te e di me
Donato Meo:  pensieri e parole, poster, un uomo in frack, storia d’amore
Alfredo Giordano Orsini: almeno tu nell’universo-yes I know my way
Vincenzo Palermo:  minuetto
Canio Fidanza: vedrai vedrai
Massimo Russo:  e se domani-volare